Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2008

Nascesti in questo giorno 24 anni fa…

Nascesti in questo giorno e al mio fianco, per completarmi il cuore… Le ricordo le risate d’un tempo… ogni sillaba innocente pronunciata insieme… ogni tuo sorriso e anche ogni dispetto…

Mi sei cresciuta accanto, come una farfalla…t’ho vista fare capolino un giorno dai tuoi sogni infranti di bambina e diventare donna… simile e dissimile a me.

Come gemelle sui sentieri della vita…noi due sorelle parte delle stessa partita… io e te, identiche e diverse…

Sento l’aria intercorrere gelida ogni volta che mi allontano da te, anche quando necessario, eppure ritrovarti sempre in una battuta o per la buona notte… quando rientri e mi sorridi ringrazio il Cielo per averti data a me… ancora oggi…

T’ho quasi persa un giorno, il più triste compleanno della tua vita,mentre ti costringevi da eremita, perdevi i sogni e gli affetti, mentre spegnevi candeline e spegnevi i tuoi respiri tra le ossessioni che ti rendevan prigioniera…

Tu come una chimera, invisibile agli occhi degli altri ma costantemente davanti ai miei… avrei voluto salvarti… abbracciarti… e forse non l’ho fatto abbastanza per non toglierti il respiro… così fragile allora… ma oggi ridi ancora e non lo sai quanta gioia mi dai quando sei felice…

Oggi vorrei farti un regalo, vorrei tornare bambina per un giorno insieme a te ed aiutarti a crescere tenendoti per mano, un’altra volta, e ricordarti che non sei mai sola… ci sono io con te… anche quando non mi vedi perché hai gli occhi offuscati dalle lacrime…

Io so che sai volare ancora e che di tutte le farfalle che esistono, forse non lo sai, ma tu sei la più bella.

Ti amo sorellina…

Read Full Post »

Eppure tu…

Tu, i tuoi segreti, le mie paure…
in questa no
tte triste.
Vorrei colorare il mondo di sogni
ma a volte mi rit
rovo a dipingere
di lacrime le pareti del cuore.
I tuoi silenzi, come i rintocchi di un orologio,
scandiscono il ritmo di qu
esta notte scura.
E vorrei bastasse la luna a p
ortar via
gli incubi di una bambina.
Vorrei bastasse chiuder gli occhi
e che già fosse domattina.
E sei sospeso nei pensieri miei,
tiepida nuvola di nostalgia.
Tu sei la mia malinconia.
Eppure tu, anche quando non ci sei.
Eppure tu.
E basta.

Read Full Post »

Vi propongo la lettura di questo post… ritengo estremamente vero quanto scritto! E ringrazio gli amici di MRT per averlo postato lì da loro 😉

Noi siamo fatti di silenzio

Read Full Post »

Di musica sei giunto ad abitare i ritmi del mio tempo…

m’hai regalato accordi perfetti e accordi dissonanti ma la tua musica l’ho amata più d’ogni altra mai…

ne ho amato ogni nota, triste malinconica o gaudente…

Ne ho amato ogni “crescendo” ed ogni “diminuendo”…

le pause hanno offerto un tocco magico a questa melodia…

un punto coronato in questo tempo

sospeso tra il nulla e l’addio…

Una manciata di note sparse sul pentagramma del mio cuore che canta ancora dentro me…

Sono stregata.. forse impazzita… sento una musica nel vento raccontarmi di te… ed è una gioia ed un tormento il tuo far parte di me…

Tu musico del cuore mio.. erede della mia elegia, autore indiscusso d’ogni sinfonia che s’agita nell’intimo dell’animo mio…

Come note ai vertici possiamo scegliere di essere vicine o lontanissime…  eppure un passo mi separa da te…

ti cerco adagio sui filari d’ogni istante che vivo…ti scelgo, tra tutti, come una canzone iniettatami dentro in maniera permanente…

e ti abbraccio con la mente…

tu animo melodico e pensiero ricorrente…

aspetto te…

…adagio

Read Full Post »

L’odore della pioggia su di me stasera…

limpide  gocce cristalline vibranti sulla pelle mia…

umida l’aria

ad ogni passo una lacrima di pioggia sul mio volto

lacrime felici, emozionate…

per una volta la presenza tua non m’ha turbata

pioggia

per una volta ho accettato le carezze delle mani tue bagnate

senza timore o preoccupazione

senza voltarmi,ribelle, al tuo fascino metropolitano..

per le strade vai danzando questa sera

io ballo con te

fradicia di gioia inconsulta

e piove sui pensieri miei

scivola via guarita la maliconia

stille di te su queste labbra mie, quasi a volermi dissetare

Pioggia

rivoli incantati si ostinano a volermi annaffiare

E quest’odore

mi penetra nell’animo, nel profondo, a dissetare

mondi nascosti, parti di me segrete ai più, svelate a Dio…

Sorrido, sola, ti accolgo felice.. senza nascondermi dietro un ombrello

perché stasera la vita è color pastello, il mondo tinto d‘acquerello…

acqua e colori in dose perfetta a voler rimarcare i miei sentori

Mi fondo in questa magica miscela, di foglie al vento e sinfonie serali

Ti bacio Pioggia questa sera… perché mi hai rinfrescata, perché mi hai reso vera

ora che scorri si scioglie via la cera d’ogni timore e preoccupazione.

Le strade brillano illuminate dai lampioni e dalla consistenza tua celeste

che posi ovunque silenziosa

festante io ti accolgo, come una sposa

perché tu sei il preludio alla bella stagione

in te l’anima mia s’abbevera e riposa.

Read Full Post »

.

.

.

Io rendo grazie a Te, mio Dio…
tra i silenzi di questa notte quieta.. affioran versi di preghiera su queste labbra mie per dire grazie a Te, mio Dio…
Ho aspettato e ancora navigo l’attesa… attendo lo sciogliersi dei nodi, il dispiegarsi degli eventi… ma piano piano ora comprendo il Tuo piano più grande

Su di una nave sto… Tu, Timoniere…
io, come un marinaio, da te soltanto apprendo l’arte del navigare…

E riempi con i Tuoi tesori il mio forziere...
Tu m’hai insegnato cosa veramente voglia dire amare

Io rendo grazie a Te, mio Dio…
perché Tu scorri in me, scrosciante e benedetto Rio…

Misericordia dipinta sul mio volto e grazia ricevuta
averti incontrato.. più bella cosa mai non m’è accaduta...

Io rendo grazie a Te, mio Dio

perché la mano che mi tiene stretta in ogni dove

sempre

.

.

.

\/

io so essere la Tua...

Read Full Post »

Questo amore
Questo amore
Così violento
Così fragile
Così tenero
Così disperato
Questo amore
Bello come il giorno
E cattivo come il tempo
Quando il tempo è cattivo
Questo amore così vero
Questo amore così bello
Così felice
Così gaio
E così beffardo
Tremante di paura come un bambino al buio
E così sicuro di sé
Come un uomo tranquillo nel cuore della notte
Questo amore che impauriva gli altri
Che li faceva parlare
Che li faceva impallidire
Questo amore spiato
Perché noi lo spiavamo
Perseguitato ferito calpestato ucciso negato dimenticato
Perché noi l’abbiamo perseguitato ferito calpestato
ucciso negato dimenticato
Questo amore tutto intero
Ancora così vivo
E tutto soleggiato
E tuo
E mio
È stato quel che è stato
Questa cosa sempre nuova
E che non è mai cambiata
Vera come una pianta
Tremante come un uccello
Calda e viva come l’estate
Noi possiamo tutti e due
Andare e ritornare
Noi possiamo dimenticare
E quindi riaddormentarci
Risvegliarci soffrire invecchiare
Addormentarci ancora
Sognare la morte
Svegliarci sorridere e ridere
E ringiovanire
Il nostro amore è là
Testardo come un asino
Vivo come il desiderio
Crudele come la memoria
Sciocco come i rimpianti
Tenero come il ricordo
Freddo come il marmo
Bello come il giorno
Fragile come un bambino
Ci guarda sorridendo
E ci parla senza dir nulla
E io tremante l’ascolto
E grido
Grido per te
Grido per me
Ti supplico
Per te per me per tutti coloro che si amano
E che si sono amati
Sì io gli grido
Per te per me e per tutti gli altri
Che non conosco
Fermati là
Là dove sei
Là dove sei stato altre volte
Fermati
Non muoverti
Non andartene
Noi che siamo amati
Noi ti abbiamo dimenticato
Tu non dimenticarci
Non avevamo che te sulla terra
Non lasciarci diventare gelidi
Anche se molto lontano sempre
E non importa dove
Dacci un segno di vita
Molto più tardi ai margini di un bosco
Nella foresta della memoria
Alzati subito
Tendici la mano
E salvaci.

“Non essere amati è una semplice sfortuna, la vera disgrazia è non amare…”

E non aggiungo altro!

Read Full Post »