Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for settembre 2011

Adamo, dove sei?

t’ho chiamato nel giardino quel giorno

e non ti ho trovato.

Ti ho cercato in ogni pezzo di mondo

e tu sei scappato.

Stralci di vita strappano

dai rami la tua gioia.

Il tuo bene non ha più sapore

né il tuo mondo alcun colore.

Smarrita la misura, la visione

perduta ogni occasione

ti rifugi nelle pieghe di un frac

e ti senti nudo.

Adamo, dove sei?

mentre il tuo Eden precipita

nel gorgo e tu hai dimenticato

la speranza.

La fede, fortuita circostanza,

troneggia sul tuo collo

come spoglia croce.

Eppure t’ho perduto.

Per sempre ti ho chiamato,

da quella terra rossa

non mi hai riconosciuto.

Adamo, dove sei?

Annunci

Read Full Post »

Eyes of the moon

For discovering the mystery

Destiny is hidden in every cloud I see

The night is day

And the day is coming back

Unveiling us new signs

Throughout the mist

It’s time to sleep and to forget

It’ s time to dream and to regret

Stars are shining, staying in their own places

Time is passing, changes all the fates

And you are watching all this paradise, astonished.

Read Full Post »

Vattene via poesia

la notte mentre cerco di dormire,

la sera in attesa di qualcosa da capire,

e tu vuoi ridirmi il mondo

ed i passi già percorsi

tutti i volti già visti

e le memorie smarrite per la strada.

Vattene via poesia

mentre l’attesa del futuro diventa insopportabile

e l’emozione, ansiosa, non sa che esplodere in versi

e in firmamenti, e troppe idee da deglutire

in una notte sola.

Vattene via poesia

da un corpo troppo debole per contenerti tutta

mentre che immensa spadroneggi i miei pensieri

e mi rendi povera d’ogni altro istinto.

Tu mi rubi l’anima

mi paralizzi, schiava, ai tuoi precetti…

Come se si potesse esistere

avvolti in dei concetti, tra le tue rime

esauste, vomitate fuori per stanchezza

Dall’alba alla vecchiezza tu hai partecipato

in vene amiche il tuo dono

ed oggi, anch’io, in te mi perdo

esausta

estatica

ed errante.

Read Full Post »