Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2011

Stupore

dinanzi la disfatta

di quel coltello affilato

guidato dalla mano

di chi t’ha generato.

 

L’amore messo in discussione

la fede e l’opinione

i fatti e l’illusione

E tu

appeso.

 

La sintesi dei dubbi

affoga nel silenzio

rimastoci di te,

sola testimonianza.

 

Il tuo sguardo,

la somma del dolore,

chiudersi col tempo

al mondo

quando ormai stanco,

e cieco, hai una sola

benedizione da

offrire,

ai tuoi figli.

 

E al procedere inverso

della storia, quasi per

“errore”, la riponi

nelle mani sbagliate.

 

Ironia e riscatto

lacrime e riso

rigano il tuo viso.

Annunci

Read Full Post »

Sui sentieri pietrosi romani
Insieme abbiamo fatto
Lunghe passeggiate.
E sopra i sanpietrini addormentati
Abbiamo immortalato ricordi
Dove un giorno poterci reincontrare
Sulla Via Antica
Non scritta su mappe e cartine
Ma in fondo alla memoria, in fondo al cuore.
Ci siamo raccontate anima e risate
E confessate delusioni e amore.
Il mare adesso, inquieto e distratto
Ci divide fra due sponde di vite parallele
Il mare adesso, perpetuo e matto
Ci detiene su due terre prigioniere.
Eppure non a lungo ci può separare
Chė come sempre tornerò e ti saprò abbracciare.
Amica. Amica antica, amica dell’anima mia.

Read Full Post »

Sea’s Elegy.

Labbra conserte dinanzi la marea

solenne il canto del mare abita la sera

un attimo prima della confusione

e delle urla e delle luci dei luna park d’intorno.

E’ ancora giorno mentre suona la marea

e l’anima giace addormentata, sedotta ed ammaliata

dall’asincrono suono, per pochi eletti soltanto.

Per pochi la musica del mare,

per pochi l’intuizione, la vita vera

la passione.

Solo per chi ha un secondo per fermarsi

e per analizzarsi.

Allora si trova la strada

e la strada è il viaggio.

Per giungere alla meta devi solo proseguire

un passo oltre il pensabile, per un istante ancora.

Per sentirti parte del mare, amare.

Read Full Post »