Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2009

De silentio

Basta!

Il silenzio non esiste,

inutile illudersi.

In queste nostre vite

abita il rumore,

anche la notte,

anche nel sonno.

Un suono sordo e costante

un’eco fredda e ipnotizzante

a fermentare i pensieri

rumorosi anch’essi,

sempre.

L’udito si abitua al suono

e non può più farne a meno

mai

e lo cerca, e lo rincorre

e si aggrappa ad esso con tutte

le sue forze… fino a inventarlo, a volte.

Perché il silenzio fa male,

il silenzio…

il silenzio ferisce

il silenzio…

Il silenzio non esiste.

Basta!

Annunci

Read Full Post »

Sole

cIelo

mAre

schiuMa

nuvOla

ACQUA

goCcia

gHiaccio

nEbbia

ruScello

fuoCo

sOrgente

aRia

Roccia

vEnto

Read Full Post »

– – – – – e r o

p e n s i e r o

– –  n – – e r o

– – –  s i  – – –

– –  n – – – –  o

p e n s – – –  o

p e n s i   – – –

p e n – – – –  o

p e n – i   – – –

– – –   s i e r  o

– –   n – – e r  o

–  –  n – – e –  o

p e n s i e  r  o

Read Full Post »

NEVE

nelle

VENE

Read Full Post »

Testamento

Sentirete parlare di me un giorno

quando il tempo avrà cancellato il ricordo

e quando il mare avrà smesso di cantare

la sua musica per me

e resterà solo nella mia poesia la sua canzone.

Sentirete parlare di me

quando le stagioni avranno già scordato

il tratto duro e dolce della mia calligrafia

e la mia noia, e la mia nostalgia.

Ed il mio nome sarà rimpianto

ed il mio pensiero un canto.

Ed il tempo sarà perduto

il volto mio uno sconosciuto.

Sentirete allora parlare di me

e sarà troppo tardi per trovarmi.

Inutili le armi e la burocrazia,

inutile l’orgoglio e la gelosia.

Impugno questa penna con onore

perché con questa vinco il mio dolore…

e lascio al tempo la sentenza

quando ormai vi avrò scordato

soltanto allora capirete

di avermi tanto amato.

Read Full Post »

Tramontostalgia

Poeta di sale il mare

all’ora del tramonto

mentre che il sole svende il suo calore

ed alla sera offre il suo dolore

e regala il rosso al cielo

d’un canto dipinto

come di sangue estinto

come di sangue triste

vigile sui pensieri del mondo

abbandonato al suo destino

e al nostro

Stanco

Eremo ed eremita

attore e spettatore in questa nostra

vita

Esce di scena abbassando lo sguardo

e con passo risoluto procede in direzione

opposta, voltandoci per un momento la schiena

per poi tornare nuovamente al mattino

adorno di promesse nuove

e nuove albe.

Read Full Post »