Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for marzo 2009

Eco distante…

giunta in punta di piedi

in una notte senza cielo.

Condotta qui dalla marea…

I passi del mare…

lambire una nave senza scia e senza traccia alcuna

spersa e sospesa,

al riparo d’ una falce di luna.

I passi del mare

tornare a condurla ancora su  una rotta

un tempo desolata…

Chiedimi le ragioni del mio moto perpetuo

ed io le cercherò tra le strade percorse,

tra le mille latitudini e tra le ragioni occorse…

La fragilità, lastra di ghiaccio su queste acque gelate

a volte m’impedisce i movimenti…

eppure troverò il coraggio di tuffarmi ancora,

pur rischiando di annegare

E

non ho perso la voglia di nuotare con te

perché in questo mare oscuro

tu sei l’unico che mi è rimasto  accanto.


Annunci

Read Full Post »

Dieci capitoli di vita in due righe… scritti per esorcizzare la mancanza…

il passato ormai annegato è stato rilegato sottocoperta…

questo il riassunto…4613danza-nei-prati-posters1

ora io te e il mare…

fermi ad ascoltare

quello che la vita ha da dirci ad ogni passo…

nonostante il gran fracasso dei tempi moderni

dove tutto è affastellato e si sperde tra i quaderni scritti a penna, male, corretti e sovrascritti… tutte ipotesi mal rilevate….

Intanto mi godo questi tempi, con te…

senza voler pensare…

tra i parchi, i prati e i paesaggi da ammirare…


Che sia una tiepida musica da rintracciare nel vento…

presente ogni momento…

udibile soltanto da chi la sa ascoltare.

Read Full Post »

E quando mi sei accantopianeti

senza dire una parola…

mi accorgo che sei vero

e che non sono sola…


E quando mi sorridi

mi comunichi il mondo,

in un solo tuo abbraccio

si dispiegano pianeti…


E quando serbi parole

per poi esprimerle in atti,

sei essenziale come il sole

che solo sa splendere; ogni tuo gesto mi scalda.


E quando poi ti penso,

in questa vita che scorre,

riscopro ogni altro senso

e ho voglia di comporre.


In questo spazio di segni

in cui perdersi e trovarsi

navighiamo ignari…


Unversi che si incontrano

in cosmiche sintonie

percorrendo, per caso, la stessa identica rotta.


E quando mi soffermo a considerare

a quant’è bello averti trovato, tra tutti

mi rendo conto quanto sia meraviglioso

questo viaggio infinito e quanto  è dolce amare…

amo amarti…

Read Full Post »

Ho visto la terra tremare

sotto il fiato di cannoni fumanti

l’ho vista pregare e imprecare

sotto il peso di urla strazianti.

Ho visto.

E son rimasta muta

dinanzi la concupiscenza

che l’uomo ha sempre avuta,

dinanzi l’apparenza.

Si parla poi di scienza

e di tecnologia

ci si netta la coscienza

con quattro “ave Maria”.

Si chiamano a testimoniare

politici e santità

non c’è niente da fare,

si vive di viltà.

Chi le paga le bollette di una vita spesa male

tra i circuiti dei potenti e la politica ancestrale?

Poi me ne sono andata,

senza più domandare

ad esplorare il mondo,

a smetter di sognare.

Ho visto bimbi in girotondo

chiedere del pane

ho visto bombe silenziose

e corpi sparsi in un canale.

Ho visto i re accomodarsi

a mense pingui ed allestite

ho visto donne poi spogliarsi

per vivere di tristi vite.

E la vita un pò assomiglia

al mercato generale

dove tutto si scompiglia

come un grande carnevale.

La storia ce lo dice:

da sempre tutto è uguale

c’è il volto di un’attrice

e l’elemosinare.

E mi domando se la tristezza

non sia uguale per tutti

o se per altri di più…

per chi vive tra tanta ricchezza,

per i belli ed i brutti

per chi non sa pensare più.

Read Full Post »

e di te…

che vivi in ogni foglia di questa vita da sfogliare,

di te che solo sai dipingere l’immensità del mare,

e senza apostrofare

insinui in ogni lacrima la tua fresca risata genuina

di te che mi ami come sono, anche un pò bambina…

di te che sai di primavera a marzo e per dodici mesi

di te con cui amo sorridere e con cui divido i pesi

dell’umana incomprensione.

nuvole11Tu sei la mia occasione per spiccare il volo

in questo nuovo viaggio,

tu sei la forza ed il coraggio

per spiegare le mie ali

e spiegarmi che la vita non regala solo mali.

Profumo d’alberi stasera…

come una passeggiata spesa a tenerci per mano

riconoscendo che ti amo…

Io son la Nuvoletta e tu sei il Vento

che giunge come una carezza tiepida e leggera a primavera…

“In un mondo che non ci vuole più, il mio canto libero sei tu…”

Read Full Post »