Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2009

Riflessi

Di vetri

fradici di pioggia, su cui leggere gli scarabocchi del tempo.

Di occhi

lucidi di lacrime in cui scorgere i pensieri degli altri.

Di sogni

fragili di seta squarciati dalla torbida ironia della maturità.

Resto a pensare le rotte possibili e l’eventuale naufragare…

Siamo pozzanghere riflettenti il cielo

e del cielo siamo le nuvole.

Annunci

Read Full Post »

-ANIME-

Anime

come d’un’eco interno

lo spazio che ci abita.

Andiamo sillabando

i rumori della vita

così come attraversano

lo spazio vuoto dentro noi,

forma del nostro essere.

Esistere con il richiamo

di ciò che siamo stati e ciò che siamo

spesso ci disintegra

frantumandoci in universi nuovi

diversi, consapevoli, mesti a volte.

Anime…

capaci di vincere e perdersi

nello stesso istante.

Smarrire la memoria temporaneamente

o fingere di vivere incondizionatamente.

Il punto di frattura all’orizzonte

squarcia il velo che divide

oggi da ieri

Ma nessuno l’ha raggiunto mai,

è forse solamente un sogno

per…

smarrire la memoria temporaneamente

fingere di vivere incondizionatamente.

Read Full Post »

dove un per sempre smarrisce come un mai

dove l’arrivederci della sera si muta nell’addio col sole del mattino

in questo nostro assurdo destino.

Noi pellegrini in questa dimensione del dolore

viviamo e poi moriamo per amore

viviamo e poi moriamo

lasciando  chi poi resta

in questa devastante

dimensione del dolore.

L’odore della morte stempera il colore

ed ogni altro sapore è vano

ed il ricordo resta vivido ed insieme pare arcano.

Ed è un verdetto definitivo, una condanna irrevocabile

in questa vita in cui la morte è una sentenza inappellabile.

Mi piego all’ovvietà, le mani vuote

il cuore prostrato

Vuoto

Canta la viola sulla tomba, il passero nell’aria

e nel mio cuore lacrime.

Read Full Post »

panchina

Read Full Post »

io e te,

alla curva del cuore che va dall’ingresso alla cucina

dove mi siedi accanto e mi ascolti masticare il tuo

identico pasto.

Zucchero sparso sui tuoi sorrisi.

Un quarto di emozione, intensa, precedentemente sciolta a suon di abbracci.

Biscotti da guarnire, alle mandorle, e miele alla nocciola.

Il pasto è servito, anche stasera.

Read Full Post »

Fragole

Fragole sparse sui pensieri

inutili sparvieri sul mio capo

cado.

T’amo… sui versi putrefatti che scrivo

in questa vita di carta e pioggia…

scivolo.

Ridere e piangere al gong del tempo

che ti chiedo

e non mi spiego mai

perché sono così, perché così tu sei.

I miei silenzi sopra la tastiera

le tue preoccupazioni,

inutili…

e grido la mia libertà

di fragole e pastelli

e di colori immaginari,

tenui.

Finalmente a casa

e fuori il temporale.

Read Full Post »

Mai giungeremo al porto

esanimi oppure trionfanti

liberi dal canto tuo.

antica leggenda, modesta filastrocca

nata nei pensieri…

cresci e muori nella vita insieme a noi.

ho conosciuto il pianto e il canto

odoroso della tua sostanza,

la sinfonia agrodolce di

yogurt che emani, mio salice piangente.

Read Full Post »