Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2010

E mi ritrovo a piangerti ancora
in un’altra nazione
mentre che oggi qui,
nel regno della pioggia
splende stranamente il sole.

E mi ritrovo qui a pensarti
sereno, nonostante il tuo vissuto
nonostante la vita ti avesse
già ferito e chiesto il conto
almeno un milione di volte.

E questo sole riecheggia
un altro sole,
quello che vidi splendere il
giorno in cui tornasti a casa,
carico di doni,
e venisti ad asciugare le mie
lacrime di ragazzina.

E quella mano che stringeva
forte la mia
io non l’ho mai scordata,
mentre dall’altra parte del
cancello avevi ancora un sorriso
per me.

All’ultimo appuntamento
non sono voluta mancare
per stringerti la mano ancora,
zio.

Il tuo sorriso identico
non se ne va più via
da questi scorci di memoria
che mi porto in giro per il mondo.

Il tempo passa
e mi ritorni in mente
come se fosse ieri che
mi tenevi in braccio
o mi portavi a spasso
con la Vespa.

Forse oggi sono “grande”
ma non ho mai perduto
il desiderio di tornare
indietro, almeno per un attimo
per riabbracciarti ancora.

Ed ogni tanto vorrei
che il telefono squillasse
come l’ultima volta,
e che dall’altra parte
ci fossi
a salutarmi
tu.

Annunci

Read Full Post »

Assaggi

Stasera l’aria odora di poesia
come una passeggiata in un sentiero alberato di olmi
come una finestra che ti svela un universo stellato
piccoli scorci mangiati a piccoli morsi
hanno il sapore di baklava
ed il volto di un mare che non ho ancora navigato.
Assaggi di vita tiepidi e costanti
perfetti e paesaggistici
serviti con tè e canti.
Bella la sera quando smette di pensare
quando sfinita di voglie vuole solo riposare.
Bella questa luna che non si fa vedere
se non in rarissime sceniche occasioni
per alimentare le illusioni di quanti hanno bisogno ancora di sperare.
Io me ne sto in disparte a meditare
sognando il mare che domina la costa
di quest’isola che mi ospita e che adesso è la mia casa.
Una candela sulla scrivania
e le risate della stanza accanto
forse scaldano allo stesso modo
la mia sera.
Stanotte passeggerò sulla luna
sognando la marea, il mare, la bruma
di quello che mi aspetta
domani
domani in cui saremo ancora noi
tenendoci le mani
dimenticando il resto
e navigando i mari.

Read Full Post »

El dorado

Abbiamo spazzolato via l’autorità di
essere noi stessi, fra tutto questo fracasso universale
abbiam dimenticato di non dimenticare
e spesse volte non abbiam saputo amare.

Un suono, sibilo costante
risuona come un’eco devastante
in noi.
—-mentore da poco il mondo
abbiam perduto la memoria
dei giorni in cui siam stati

noi

con un fardello di pioggia fra i pensieri
con l’acquazzone di ciò che siamo stati ieri
e il naufragare imperscrutabile di ciò che ci attende
inesorabile al varco.

Con un battello ci attende
furioso il futuro
e ci accompagna con un valzer
laddove non siamo ancora stati.

Piovono i giorni sotto dittatura
a comandare il tempo
e gira la giostra di quest’avventura
e il pettine di lamelle sfrega curioso il cilindro
di un improbabile carillon.

Abbiamo chiesto il conto a
sorridenti camerieri
per ritrovarci poco dopo
affamati ancora…

Ché non è ancora giunta l’ora
in cui gustare pienamente tutto
in cui dimenticare il resto e far bottino
alla sponda di ogni idea
di un El Dorado raggiunto,
terra d’incanto e d’incantesimi
Ti cerco.

Read Full Post »